La Vucciria Distretto dei Mercati srl CONTENITORE DI ECCELLENZE SICILIANE A MARCHIO LA VUCCIRIA,
BRAND REGISTRATO NEL 2014 ED INIZIO DELLE ATTIVITA' NEL MONDO DEL FOOD DAL 2017.
RAPPRESENTATI NEGLI USA CON LA VUCCIRIA IMPORT E ATTUALMENTE IN AMPLIAMENTO DELLA NOSTRA RETE DI PARTNER PRODUTTIVI.
OLIO EVOO, PASTA, VINO ITTICO, CONSERVE.

Dolcevita
  • Italia

LA VUCCIRIA FOOD CONCEPT

"La Vucciria", marchio registrato nel 2014, è stata un'intuizione dell'imprenditore palermitano Antonio Di Dio.

Ha debuttato con la donazione della luminaria La Vucciria, posta all'ingresso di via Maccheroni, davanti allo storico mercato palermitano, diventa subito un'attrazione turistica e icona della città. Il progetto si è evoluto in un paniere alimentare che ha raggruppato piccoli e medi produttori di tutta la Sicilia, partendo dal mondo dell'olio di oliva, con una capacità di milioni di litri, seguiti nel percorso dalla spremitura all'imbottigliamento dal Mastro Oleario Orazio Di Noto, erede di una tradizione antica di 200 anni.

Chiavi del progetto sono la qualità di nicchia del prodotto e il design curato del packaging che raccoglie la tradizione siciliana nei colori e nelle forme, ideato dalla designer Diana de Concini che ha voluto rappresentare nell'etichetta il simbolo della "stima" la stella del carretto siciliano, dipinta dall'artista folk palermitano Roberto Cavallaro. Diana de Concini, nata a Bolzano, trapiantata ed innamorata dellasicilia ne coglie tutte le migliori sfumature, curatrice del marketing e socia del progetto insieme ad Antonio Di Dio, General manager del intero concept, proveniente dal mondo del fashion e produttore di olive da molte generazioni nelle campagne di Pettineo con l'Azienda agricola Terre di Mezzo. Realtà agricola tra le Madonie e i Nebrodi, nella Valle della Halesa, vecchia città Punica sotterrata a Castel di Tusa, territorio della cultivar Santagatese, la più antica cultivar di Sicilia, con un patrimonio di alberi secolari, tra cui ilpiù vecchio del Mediterraneo censito dall'Università di Buenos Aires, con 1800 anni di storia. All'interno del paniere,oltre a cinque diverse cultivardi olio extra vergine di oliva, Santagatese, Nocellara dell' Etna, Biancolilla, Tonda Iblea e Nocellara del Belice, che rappresentano la quasi totalità delle I.G.P. siciliane, hanno abbracciato con entusiasmo il progetto storiche aziende dell'isola, ognuna leader nel proprio settore: conserviero, ittico, dolciario, vitivinicolo, con prodotti di eccellenza.

"Abbiamo compreso - hanno detto Di Dio e de Concini - che la Sicilia sta attraversando un momento d'oro sia per il turismo, sia per l'agroalimentare che per arte e cultura, restituendo all'isola la magnificenza del passato. Nel mondo è vista come un'eccellenza, un marchio forte, e questo diventa una leva per fare economia e sistema d'impresa. Proprio la capacità di unirsi è la principale evoluzione sociale e culturale dei siciliani, che adesso fanno squadra".